Pubblicato il 03/05/18e aggiornato il

Consigli seo per neofiti



Ciao a tutti, il mio nome è Lucia Isone e oggi volevo approfittare di questa opportunità per parlare di un argomento estremamente utile nel mondo di internet, ovvero l’importanza della SEO nei progetti digitali legati agli e-commerce. Come alcuni probabilmente già sapranno ho da poco pubblicato il mio ultimo libro, "Strategie SEO per l’e-commerce”. Una guida completa per ogni piattaforma" edito da Hoepli, dove tratto il legame tra il mondo della SEO e quello degli e-commerce nella sua interezza, spiegando nel dettaglio come applicarla nelle varie sezioni della piattaforma di vendita.


Durante la promozione del mio libro ho avuto modo di parlare con molti ragazzi, giovani molto motivati che si stanno avvicinando a questo settore ma che spesso purtroppo non sanno come muovere i primi passi. Allo stesso modo ho incontrato diversi imprenditori digitali e persone che hanno da poco avviato un progetto di e-commerce, tutti desiderosi di capire come utilizzare la SEO nelle loro piattaforme e aumentare utenti e fatturati.



Quello che ho notato è che molte persone mi ponevano le stesse domande, in pratica mi chiedevano alcuni consigli utili per un SEO neofita in qualità di webmaster esperto in PrestaShop ormai da diversi anni. Per questo motivo ho deciso di pubblicare un breve articolo per chiarire alcuni punti, mostrare alcune strade percorribili per chi sta muovendo i primi passi nel settore e magari chissà, qualcuno che volesse intraprendere la carriera di webmaster esperto in e-commerce potrebbe trovare qualche spunto interessante.


Come creare un nuovo e-commerce: l’importanza della progettazione

Come rispondo spesso in qualità di consulente, web designer e webmaster esperto in PrestaShop, la SEO è talmente importante in un sito web che non esiste passaggio che possa lasciarla da parte. La SEO è ovunque, dalla progettazione del layout della piattaforma alla scelta delle parole chiave, dall’organizzazione della struttura interna del portale fino alla creazione delle landing page e delle campagne di adv su Facebook. 


Naturalmente le prime fasi sono quelle più delicate, nelle quali le strategie SEO sono fondamentali per qualsiasi professionista, soprattutto per un webmaster. La progettazione della struttura, la decisione del nome del dominio, dello spazio hosting, delle macro e delle micro-categorie, della grafica, delle keyword su cui puntare è tutto realizzato in accordo con l’ottimizzazione per i motori di ricerca.



Tutto ciò è indispensabile in un sito di e-commerce, perché a differenza di un blog o di un portale informativo questo tipo di piattaforma lavora su più fronti contemporaneamente. Un e-commerce deve essere bello da vedere, facile da navigare, veloce nel sistema di pagamento, accattivante, completamente ottimizzato ma anche informativo e comunicativo, fortemente presente sui social network. Per questo motivo è necessario partire con il piede giusto, gestendo tutto il processo di progettazione con la massima attenzione e cura nei dettagli.

La scelta delle categorie e il layout delle pagine

Il secondo consiglio che mi sento di dare a un SEO neofita è quello di curare maniacalmente la struttura dell’e-commerce. Come webmaster esperto in PrestaShop ovviamente sono leggermente di parte, ma per una ragione specifica. PrestaShop è un CMS per e-commerce che aiuta a creare una piattaforma estremamente performante e ottimizzata lato SEO, grazie alla quantità e alla qualità dei moduli offerti dalla community di sviluppatori.


Tuttavia anche con WooCommerce e Magento è possibile riuscire a gestire questi aspetti, magari soltanto con qualche grattacapo in più specialmente per chi ha appena iniziato a muovere i primi passi. Comunque, come tratto approfonditamente nel mio ultimo libro "Strategie SEO per l’E-commerce", la scelta delle categorie è fondamentale per creare un sito pronto a sfidare i propri concorrenti a colpi di SEO.



Per scegliere correttamente la struttura delle categorie è necessario partire sempre dalla ricerca delle parole chiave, sia manualmente che utilizzando tool come SeoZoom, Ubersuggest e SemRush. La keyword research permette di capire quali parole chiave abbiano una chiara intenzione d’acquisto da parte degli utenti, i volumi di traffico di ogni keyword e la concorrenza presente in quella nicchia specifica.



Il mio consiglio è quello di utilizzare parole chiave con alti volumi di ricerca per le macro categorie, abbinando invece le sotto categorie con keyword long tail, ovvero più specifiche e con bassi volumi di ricerca. Invece le parole chiave informazionali, quelle che con cui gli utenti cercano risposte alle loro domande ma senza voler comprare nulla almeno per il momento, vanno bene per scrivere ottimi articoli per il blog dell’e-commerce.



Strategie SEO per e-commerce: link building, landing page e social network

Una volta che la piattaforma è perfettamente ottimizzata per i motori di ricerca, quindi quando sono presenti tutti i tag e i metadati, le pagine prodotto sono realizzate per convertire e non esistono problemi nel codice, allora è possibile procedere al passo successivo, che rappresenta il fulcro del lavoro di un webmaster esperto in e-commerce. D’ora in avanti le strategie SEO rappresenteranno una guida per cercare di posizionare il sito di vendita nelle SERP di Google, per aumentarne il traffico organico e per impostare le campagne adv necessarie.




Bisogna agire su tre fronti principali i link, le landing page e i social network. Per arrivare nelle prime posizioni dei motori di ricerca è fondamentale che l’e-commerce abbia un profilo link di qualità e in linea con quello dei siti dei concorrenti. Perciò bisogna studiare il settore e capire esattamente quanto destinare all’acquisizione di link, che può avvenire con campagne mirate a pagamento, attraverso strategie di public relation oppure naturalmente creando contenuti di altissima qualità.



Anche le landing page sono essenziali per un e-commerce, poiché consentono di convertire il traffico proveniente dai social e dalle campagne di PPC, lavorando sulle conversioni tramite test A/B e altre tecniche. Infine l’e-commerce deve essere presente sui social, almeno su Facebook e Instagram quelli al momento più attivi e proficui. È necessario attivare e gestire dei profili aziendali, comunicare con i propri utenti e impostare campagne pubblicitarie per attrarre potenziali clienti in target.

Questo sono soltanto alcuni dei compiti e delle mansioni che caratterizzano la vita lavorativa di un webmaster esperto in e-commerce, quindi per fare questo mestiere bisogna avere eccellenti capacità e un background notevole. Infatti io stessa per emergere come webmaster esperto in PrestaShop ho dovuto studiare e fare tantissima esperienza, ma si tratta allo stesso tempo di un lavoro molto appagante e stimolante, dove ogni giorno ci sono sfide e cose nuove da imparare.


Guest post by Lucia Isone



0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Il presente blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari e verranno rimosse in seguito a specifica richiesta.