Pubblicato il 25/11/09e aggiornato il

Cos'è il processo breve?


In questo post voglio brevemente spiegare ai lettori cosa sia questo benedetto
processo breve di cui tanto si parla.
Dunque, Il ddl «Misure per la tutela del cittadino contro la durata indeterminata dei processi, in attuazione dell’articolo 111 della
Costituzione e dell’articolo 6 della Convenzione europea sui diritti dell'uomo
»,
è composto da tre articoli e prevede
 che la prescrizione scatti dopo due anni
dalla richiesta di rinvio a giudizio del pubblico ministero
per i processi "in corso in primo grado" e per reati «inferiori nel massimo ai dieci anni di reclusione».
Per quanto riguarda la norma sulla prescrizione, il ddl prevede che l'imputato possa non avvalersi dell'estinzione del processo,
presentando una dichiarazione in udienza(voglio proprio vedere quanti onesti imputati lo faranno).
Il provvedimento, è stato messo a punto dal deputato del Pdl Niccolò Ghedini(legale del premier) ed
entrerà in vigore il giorno dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.
In buona sostanza possiamo così riassumere i tre articoli:
1 - Nell'articolo 1 si fissano le modalità per la durata «ragionevole» dei processi, oltre la quale, se il ddl diventasse legge, il processo verrà estinto.
2 - L'articolo 2 prevede l'estinzione del processo qualora vengano superati i limiti di ragionevole durata dello stesso:
«nei processi per i quali la pena edittale
determinata ai sensi dell'art. 157 del codice penale è inferiore nel massimo ai dieci anni di reclusione
».
3 - L'articolo 3 contiene «disposizioni relative all'entrata in vigore della legge e all'applicazione delle norme sull'estinzione processuale».
Avremo quindi una nuova formula giudiziaria più celere nelle tempistiche.
Nell'immediato però vedremo sfumare le speranze di molti cittadini che attendono giustizia.
Io mi riservo di dare la mia opinione in merito per non influenzare i vostri pensieri e vi
invito comunque a leggere il testo integrale.
Sappiate però (qualora siate in disaccordo con la norma suddetta) che Roberto Saviano, l'autore di "Gomorra",
ha posto un appello al Presidente del Consiglio, al fine di evitare l'emanazione del provvedimento.
Se vi interessa leggere ed aderire a questa iniziativa cliccate qui.
"Se avete trovato interssante questo articolo vi consigio di leggere anche il post relativo allo scudo fiscale,  quello in cui spiego sinteticamente le caratteristiche della Class Action, quello in cui descrivo i famigerati Body Scanner e i recenti Legittimo Impedimento e Posta elettronica certificata".




1 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie, sintetico ed efficace.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Il presente blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini presenti sul blog appartengono ai rispettivi proprietari e verranno rimosse in seguito a specifica richiesta.